giovedì 22 novembre 2012

A fragile wreck on a storm of emotion

Countless times I trusted you
 I should have run... but I stayed
 

Maybe I always knew
My fragile dreams would be broken for you

lunedì 19 novembre 2012

Genuino Clandestino

Marchio-non-marchio che si adopera affinché il mercato alternativo esca dalla logica elitaria

domenica 18 novembre 2012

Verso l'autoregolazione della risorsa idrica


Finalmente 5 minuti di tempo per scrivere un post riguardo Hydrology and Society, il ciclo di seminari tenutosi questa settimana al Circolo dei Lettori. Sono stati presentati articoli e progetti affascinantissimi - e anche qualcuno incomprensibile a dire il vero. Qui voglio soffermarmi su uno in particolare: Towards social self-regulation of hydrological systems.
Il dipartimento di Scienze Forestali e Ambientali dell'Istituto di Idrologia Albert Ludwigs (Università di Freiburg) ha presentato una soluzione che concilia la richiesta di un denso monitoraggio dei sistemi idrologici (che spesso sono molto eterogenei) con la volontà di creare un approccio partecipativo e, soprattutto, un'autogestione consapevole della risorsa idrica nei paesi in via di sviluppo. Tutto questo attraverso tecnologie a bassissimo costo e, ragione non meno importante, riuscendo a dare un taglio netto alla propagazione dell'errore nella rete di analisi e comunicazione dei dati. Fantastico, no?!
Ecco un piccolo stralcio dell'abstract, che potete scaricare facilmente sul sito di eguleonardo

Still, it is often quite simple for local residents (farmers, water users) to directly evalute these integrated indicators on the ground: Is drinking water of sufficient quality, does it smell or taste bad, are there water-related diseases in the community? How is the state of grazing land, are there signs of agricultural drought? Did erosion occur, was there surface runoff with localized erosion? How is the turbidity of rivers and springs? In some cases local residents observe ecosystem parameters that we rarely pay attention to: Which type of fauna (e.g. birds) can be observed, do they indicate scarcity of surface water resources (this is a parameter Bushmen communities were used to observe to find and identify the proximity to water pools in the Kalahari). When do plants grow or bloom, how is their state? This talk addresses methods and possibilities to collect, aggregate and process these informations in a social-hydrological monitoring network.


venerdì 9 novembre 2012

Gfoss Day2012

Credo possa interessare a molti: la settimana prossima si terrà a Torino una serie di conferenze e workshop su software geografico e dati geografici liberi. I SIT (o GIS) provvedono a mantenere organizzato e aggiornato qualsiasi sistema di informazioni  georiferite. La possibilità che tali informazioni siano per tutti accessibili e utilizzabili è di fatto un .. fondamentale in un mondo che basa il proprio sviluppo (o che dovrebbe farlo) sulla condivisione e sullo scambio. Strumento fondamentale per una piena libertà delle informazioni sono i software gratuiti e, soprattutto, liberi. (Le implicazioni dell'open source sono enormi e questo non vuole essere un post infinito - basta dare un'occhiata su internet per capire di cosa si tratta- a maggior ragione dal momento che qui l'argomento è un altro).

Partendo da queste riflessioni è nata nel 2007 a Palermo (e lo dico con una certa punta di orgoglio) GFoss, Associazione Italiana per l'Informazione Geografica Libera, con lo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione di informazioni geografiche OS. 
Tra il 14 e il 16 novembre avrà luogo presso il Centro Incontri della Regione Piemonte tutta una serie di seminari e laboratori gratuiti o quasi promossi dall'associazione. Qui il programma e tutte le indicazioni utili per registrarsi e partecipare.
Io ci saro!
Condivisione è libertà!

venerdì 2 novembre 2012

Un jour en france

L'anno scorso di questi tempi mi preparavo per andare in Francia e trascorrere un finesettimana che sarebbe rimasto per lungo tempo nel mio cuore.. (eh, anche mi sono innamorata, una volta..).
Quest'anno vedo l'approssimarsi di un meno appassionante esame di Francese, che tuttavia ha rinvigorito i miei sentimenti (mai sopiti peraltro) e la mia nostalgia verso il Paese che ha dato alla luce mille meraviglie, dalle crêpes au beurre salé ai baci focosi.
Ho deciso che se ottengo un risultato buonino all'esame mi concederò una cena a tema, con soupe de poireaux come entrée, Tarte tatin de pommes au camembert e per chiudere una versione ch'ti del tiramisù che ho trovato qui e che sembra goduriosissima *____*
Intanto, una delle mie canzoni preferite, c'est français ça va sans dire..



On devra encore imprimer le rêve de l'égalité
On n'devra jamais supprimer celui de la fraternité