mercoledì 2 gennaio 2013

Auguri a sproposito e self-boicottaggi

Dicembre come agosto, neanche un post..un mese pienissimo, quasi sono esplosa..Qualche volta credo di aver desiderato che il 21 si compisse veramente la fine del mondo.. Ma grazie al cielo è passato! 
Ed è iniziato il nuovo anno. Il mio in particolare con la constatazione di non avere neanche uno straccio di biancheria rossa, con la scoperta di un proverbio siciliano capolavoro pronunciato da mia nonna anni e anni fa all'annuncio del mio concepimento cu si curca cu u cani aggiorna cu i purci; con varie figure di cavolo nel fare gli auguri e, non per ultimo, con la costante emblematica della mia vita, ovvero la mia parte di independent woman che soccombe ad ogni tentativo di emancipazione.. Insomma, anno nuovo tutto vecchio. 

Post sconclusionato solo per rinfrescare l'abitudine a scrivere qui e, un po', per fare gli auguri di buon anno, sperando stavolta di non ferire la sensibilità di nessuno.

Ah, non c'entra niente, ma sto finalmente ascoltando gli A Hill To Die Upon e mi piacciono assai. Ora ho finito.